img

TECHBIOEOS

Studio e applicazione di tecnologie di biopreservazione ai fini della sicurezza alimentare - Attività antimicrobica di oli essenziali

L’evoluzione dei processi produttivi e dei sistemi commerciali in campo alimentare (globalizzazione dei mercati agro-alimentari, crescente domanda di cibi di IV gamma) ha comportato l’incremento del rischio di contaminazione microbiologica e, di conseguenza, l’insorgere di nuove problematiche di salute pubblica (incremento delle epidemie di origine alimentare causate da microrganismi patogeni e/o alterativi) e di sicurezza alimentare. Inoltre, si constata un crescente interesse del consumatore verso gli aspetti salutistici derivanti dal consumo di alimenti naturali, tradizionali e processati senza aggiunta di conservanti chimici. L’impiego di oli essenziali (OE) come agenti biopreservanti è giustificato dalle loro proprietà battericida, antivirale, antimicotica, antiparassitaria ed insetticida. Le attività svolte hanno, infatti, verificato l’effetto inibente degli OE estratti dal flavedo di frutti del genere Citrus spp. verso la crescita di Gram-positivi (Staphylococcus aureus e Listeria monocytogenes) e Gram-negativi (Salmonella enterica e Enterobacter hormaechei), sia in test in vitro sia in sistemi alimentari modello, applicati anche tramite film polimerici edibili. Sono in corso ulteriori studi al fine di valutare l’effetto inibente degli OE verso microrganismi patogeni e/o alterativi in agro-prodotti.

Dipartimento di Scienze Agrarie e Forestali (SAF)

Docente di riferimento: Giancarlo Moschetti

Giancarlo Moschetti

+39 091 23896050

Naviga il sito del progetto